La casa é il nostro piccolo rifugio e riflette a pieno la nostra personalitá. Essa é il luogo in cui possiamo dare libero sfogo alla creativitá, alle emozioni, senza che qualcuno ci metta i bastoni tra le ruote.
Scegliere lo stile e l’arredamento della casa non é facile, ma é una questione puramente soggettiva. La scelta dipende in primis dal gusto personale.

Arredamento classico

Si tratta di uno stile intramontabile che rende elegante qualsiasi ambiente. Sembra quasi come se ci rimandasse ai vecchi tempi, allo stile di quei palazzi antichi in cui vivevano i nobili di una volta.
Il legno é l’elemento predominante e prevalgono specialmente il mogano, il ciliegio e il faggio.
La produzione é artigianale; i mobili sono di grandi dimensioni, i colori sono caldi e neutri, i lampadari sono spesso di cristallo, i pavimenti in marmo o in parquet. I divani sono in pelle o arricchiti da un velluto prezioso. Nella maggior parte dei casi i muri sono ricoperti da carta da parati; i tappeti e gli elementi decorativi non mancano mai.

Arredamento moderno

Al contrario dello stile classico, lo stile moderno inserisce forme lineari.
La pesantezza e la raffinatezza dei mobili classici vengono sostituite dalla semplicitá e dalla purezza delle forme.
Non vi sono troppi elementi decorativi. Come materiali prevalgono:

  • Acciaio
  • Vetro
  • Pietre naturali
  • Gres porcelanato (uno dei piú diffusi materiali da rivestimento)
  • Ecolegno

La luce gioca un ruolo importante.

Imbarazzo della scelta: classico o moderno

Non tutti scelgono arredi in stile classico. Pochi sono gli amanti dell’antiquariato, dello sfarzoso.
Oggigiorno prevale sicuramente lo stile moderno proprio per la sua semplicitá e funzionalità; la luce naturale viene sfruttata al massimo, rendendo accogliente la zona giorno.
Bisogna, peró, prestare attenzione alla scelta dei colori cercando di non combinare disastri. Il bianco sicuramente rappresenta il colore più comune e facile da abbinare a pareti con tinte forti.
La scelta dello stile oltre ad essere puramente soggettiva, ovviamente dipende anche dalle linee architettoniche interne ed esterne e dallo stile della costruzione. Lo stile classico, ad esempio, si addice ad una casa storica, con i classici soffitti alti e colonne di marmo.

Mix dei due stili: é possibile?

C’é addirittura chi abbina arredamento classico e moderno insieme. Quindi la risposta é: sí, i due stili possono coesistere in un ambiente.
Non é facile, ma il segreto é scegliere accuratamente senza avere fretta, evitando di creare il caos. É importante avere in mente una palette cromatica e creare contrasti particolari. Un esempio é quello del salotto: se prevale lo stile moderno, si può pensare di creare un angolo lettura con una scrivania in legno antico o una poltrona antica ma riproposta in chiave moderna.
Basta non riempire la stanza di oggetti rendendola disordinata. A volte, nell’esprimere noi stessi, capita di viaggiare troppo con la mente quindi é fondamentale avere un ordine mentale e delle idee ben precise.