Quando si deve arredare una nuova casa o si stanno compiendo lavori di ristrutturazione, uno degli ambienti da non sottovalutare è il bagno.

Che sia il bagno patronale o quello per gli ospiti, anche per questo ambiente la scelta dell’arredo dovrà essere fatto rimanendo in linea con il design di tutta la casa.

Perché scegliere il termoarredo per il bagno

Con il termine di termoarredo si intende il termosifone che si installa nel bagno e che indubbiamente rappresenta un articolo molto più elegante rispetto al classico calorifero.

Nel linguaggio comune viene chiamato “scaldasalviette” ed è adatto non solo ad arricchire il design dell’ambiente in cui si trova, ma anche per riscaldare il bagno soprattutto se di piccole dimensioni dal momento che hanno una misura ridotta.

Benefici dello scaldasalviette

Numerosi sono i vantaggi di avere uno scaldasalviette nel proprio bagno innanzitutto quello di essere di dimensioni ridotte onde andare ad occupare meno spazio possibile.

Una volta accesi inoltre, si riscaldano molto più velocemente rispetto ai classici termosifoni; ecco perché soprattutto in inverno, poter usufruire di un dispositivo che si riscalda in breve tempo, aiuterà ad avere un bagno accogliente e caldo.

Altro punto fondamentale in favore di questa tipologia di termoarredo orizzontale, vi è anche il design ricercato delle sue linee: in commercio ne esistono di vari modelli per andare incontro anche alle esigenze di chi cerca una tipologia di arredo elegante, ben curato e fine.

Le scaldasalviette sono utili anche per asciugare stracci e asciugamani, oltre al fatto che sono oggetti che durano a lungo nel tempo.

Riescono infatti a sopportare bene l’umidità e il deterioramento: in un bagno infatti non è strano che si crei umidità che diventa nemica di molti materiali, tra i quali il ferro utilizzato per i termosifoni.

Ad oggi si tratta quindi di una delle soluzioni più ricercare non solo da chi ha acquistato una nuova casa, ma anche da chi vuol cambiare tutto l’arredo e soprattutto da coloro che affrontano lavori di ristrutturazione e che quindi decidono di comprare uno ma anche più scaldasalviette.

Tuttavia, bisogna sottolineare che la spesa per l’acquisto di questo oggetto non è particolarmente dispendiosa anche se esistono modelli costosi dal design particolarmente ricercato anche se il valore di mercato è molto più moderato rispetto a prima.

Come si sceglie lo scaldasalviette

Per scegliere uno scaldasalviette adatto alle proprie esigenze, bisogna tenere in considerazione alcuni fattori.

Innanzitutto, il colore, dal momento che si dovrà adattare alla stanza e rendere più equilibrato il bagno.

Bisogna tenere in considerazione anche le dimensioni e la garanzia dell’articolo così come il modello idoneo da scegliere: non a caso in commercio vi sono diverse tipologie di scaldasalviette sia orizzontali che verticali, ma anche di altre forme come quelle che ricordano una scala ed altri modelli intrecciati.