La casa che mi ha conquistato

Una villa immersa nel verde

Amo la natura e quindi non potevo scegliere posto migliore per l’acquisto di una villa a Bellagio sulle rive del Lago di Como. Al di là del fatto di avere una posizione geografica meravigliosa perché si trova nel punto dove si divide il lago, quindi con la sensazione di trovarsi su un’isola, volevo qualcosa che soddisfacesse il mio gusto estetico, ma che fosse comunque funzionale alle mie passioni: andare a cavallo, nuotare, leggere in tranquillità, dedicarmi all’hobby della ceramica e andare per mare (in questo caso nelle acque del lago).
Qui ho trovato il posto ideale e quindi ho acquistato una villa a Bellagio fantastica dove trascorro la maggior parte del tempo visto che preferisco il lago di Como al caos della metropoli.
Cercavo una villa con un grande salone per le feste e i ricevimenti di beneficenza che diamo di tanto in tanto e che vedono intervenire molti ospiti illustri.
Mi serviva quindi una villa spaziosa ma che potesse anche preservare la mia privacy quando sono in compagnia di mia moglie.
La villa che ho scelto ha un affaccio direttamente sulle rive del lago e d’estate diventa il mio luogo preferito per ammirare le sue acque trasparenti e che cambiano colore durante ogni ora del giorno.

I rivestimenti della villa a Bellagio

Il lusso è la parola d’ordine

Come dicevo il salone occupa quasi interamente il pian terreno insieme alle cucine e ai 3 bagni finemente rifiniti. D’estate le vetrate possono essere completamente aperte su un grande giardino che si prolunga in una tenuta di circa 5000 ettari. Qui ho fatto costruire il mio maneggio con i cavalli curati dal personale addetto e la sala ceramica dove mi diletto a realizzare le mie opere.

Ho scelto personalmente l’uso dei rivestimenti in marmo bianco e quelli del bagno, dove ho voluto anche per gli altri 3 ai livelli superiori il doppio lavabo, sanitari sospesi, doccia molto grande a filo pavimento e specchi a parete intera per avere un buon colpo d’occhio.
Per il salone ho voluto un grande tavolo in cristallo centrale che potesse anche essere utile per le cene di lavoro e per le riunioni di famiglia nonché divani spaziosi e comodi. Per le pareti ho scelto una pittura molto classica sul beige con venature di giallo che si potevano intonare con il legno del parquet, che continua anche sul grande terrazzo.
Il riscaldamento durante i mesi invernali è assicurato da una caldaia di ultima generazione con tubature sotto il pavimento che mantengono il calore grazie anche ai serramenti.
Ho ordinato infatti che fossero completamente efficienti a livello energetico quindi con la massima resa nell’isolamento termico della villa.
Volevo una residenza di lusso secondo il mio gusto e posso ritenermi pienamente soddisfatto ed entusiasta del risultato.

Gli altri ambienti della villa a Bellagio

L’intimità della mia casa

Sono molto geloso della mia privacy e quindi ai 2 livelli superiori ci sono un salone più ,sempre affacciato sul lato del lago, e le camere da letto, mentre sopra quelle degli ospiti.
I tre livelli sono collegati sia dalle scale che dagli ascensori.
Le 6 camere da letto compresa quella patronale, come pure i bagni, hanno una fattura che le rende silenziose, un particolare che tuttavia è favorito dalla tranquillità di questi luoghi.
Nella camera patronale e nei saloni ci sono anche i regolatori per l’illuminazione, le chiusure automatiche delle finestre e i sistemi di sicurezza(antifurto e antincendio) che sono di ultimissima generazione.
È cosi che volevo la mia villa a Bellagio e consiglio a tutti di realizzare il proprio sogno sul lago di Como perché qui è possibile.