Tag: Mobili

Come effettuare il trattamento antitarlo sui mobili di casa

Quante volte vi sarà capitato di vedere un mobile pieno di piccoli buchi: quella è la prova che vi sono dei piccoli tarli da legno che stanno infestando l’arredamento.

Per poter debellare questi fastidiosi insetti del legno si hanno di fronte due scelte: una è quella di rivolgersi a ditte specializzate nella disinfestazione come Hampton srl, oppure se si ha dimestichezza, si può optare per effettuare un trattamento antitarlo.

Come si comportano i tarli del legno

Il tarlo del legno è un insetto dal colore rosso-bruno, dalle dimensioni che vanno dai 2-4 millimetri fino ad arrivare a 6-9 millimetri.

Questi insetti lasciano sui mobili dei piccoli fori che sono riconoscibili dato la loro forma tonda e soprattutto perché di notte si sente un rumore provocato dal loro scavare nel mobile delle lunghe gallerie, causando anche gravi danni strutturali.

In particolare, questi insetti tendono ad attaccare soprattutto legni vecchi di ogni qualità, soprattutto quelli resinosi.

In molti però ignorano che anche l’ambiente in cui si trova il mobile può incidere su un’eventuale infestazione: i tarli da legno prediligono gli ambienti umidi e caldi oltre ai luoghi poco rumorosi.

Ecco perché a volte sarebbe sufficiente collocare un metronomo sopra il mobile e attivarlo di giorno e notte in modo da disturbarli e costringerli ad andare verso luoghi più tranquilli.

Diventa necessaria un’azione disinfestante quando sotto i mobili si nota la farina di legno, oltre alla presenza dei ben noti fori lasciati dai tarli adulti.

Quest’azione diventa necessaria anche perché gli insetti che infestano il proprio mobile potrebbero essere degli scleroderma (insetto parassita del talo) che attacca anche l’uomo, causando delle dermatiti a volte molto irritanti.

L’antitarlo è un insetticida che è tanto più efficace quanto più può penetrare in profondità nel legno; se il mobile è sverniciato o si prevede la sverniciatura completa del mobile allora si è molto avvantaggiati.

In quel caso, terminata la sverniciatura, si procederà con l’applicazione dell’antitarlo e successivamente potremo ricolorare e incerare il mobile.

I metodi da attuare

Per poter procedere alla definitiva disinfestazione di questi insetti, bisognerà far attenzione al trattamento da effettuare sul mobile.

Innanzitutto, bisogna spostare il mobile in un luogo abbastanza ampio e tranquillo dove poter effettuare tutte le dovute operazioni, scegliendo un luogo ben arieggiato dal momento che bisogna far attenzione a non respirare i vapori dell’antitarlo.

A questo punto bisogna procurarsi un antitarlo di ottima qualità, insieme ad occhiali protettivi, guanti e un telo in polietilene abbastanza grande da collocare al di sotto del mobile onde proteggere il pavimento e imballare il mobile a mo’ di camera a gas per sterminare questi sfortunati insetti.

In realtà, dal momento che l’infestazione potrebbe interessare diverse parti del mobile, sarebbe preferibile smontarlo tutto in modo da raggiungere anche i punti più complicati e le parti interne: soprattutto se si tratta di un mobile verniciato bisogna far attenzione a trattare soprattutto le parti interne del mobile dal momento che non sono verniciate o cerate.

Se invece ci si è accorti subito della presenza dei tarli e non è un grande mobile, si può spruzzare direttamente nei fori l’antitarlo, utilizzando un prodotto in spray dotato di tubicini .

Una volta quindi smontato il mobile, le parti piccole vanno collocate in appositi contenitori contenenti l’antitarlo, invece sul resto del mobile bisogna distribuire in maniera uniforme il prodotto utilizzando un pennello insistendo soprattutto nelle parti più colpite.

Ultimata questa operazione, bisogna avvolgere il mobile nel telo, chiuderlo ermeticamente e attendere almeno 20 giorni al termine dei quali si potrà verniciarlo e rimetterlo al suo posto.

 

 

Come abbinare un mobile antico in un ambiente moderno

Quando si tratta di arredare la propria casa, ognuno cerca di puntare su complementi d’arredo che siano in linea non solo con il proprio gusto personale, ma anche con l’ambiente nel quale verranno collocati.

Negli ultimi tempi numerose sono quelle persone che  decidono di optare per oggetti antichi di valore che donino a tutta la casa un’atmosfera di grande eleganza e raffinatezza.

Per poter ricercare questi oggetti, ci si affida a negozi di antiquariato dove poter trovare numerosi articoli che rievocano immagini lontane di un tempo in cui la vita appariva più serena.

Articoli caratteristici in un negozio di antiquariato

Tra i numerosi oggetti che si possono trovare in un negozio di antiquariato e che possono essere utili per arredare la propria casa, vi sono quelli che richiamano mestieri antichi oppure di scenari antiquati di quotidianità.

Sono la testimonianza di come si viveva e di come si svolgeva la vita anni fa: in generale ciò che spinge a collocare un mobile o un manufatto antico all’interno della propria casa è la nostalgia e la curiosità di questo mondo lontano.

Come accade anche per l’arredo moderno, ciò che spinge a comprare un mobile è il desiderio di volerlo nella propria casa, senza preoccuparsi troppo se possa stonare con il resto dell’arredo.

Creare la giusta armonia

In realtà un mobile acquistato in un negozio di antiquariato può risultare non molto facile da abbinare, sia per le sue dimensioni magari eccessive, sia per la tinte della finitura in legno, che per forme alquanto demodè.

Per questo in molti cercano di modificarlo rendendolo uniforme con lo stile della casa, anche se in questo modo si potrebbero perdere le caratteristiche più singolari e preziose.

Tuttavia ciò non significa che è impossibile abbinare un mobile antico: esiste infatti una soluzione valida per poter arredare con mobili antichi che non vada ad appesantire un ambiente.

Sarà sufficiente abbinare questi mobili puntando su elementi in bianco e nero: questo contrasto tra i due non colori creerà un ambiente alla moda.

Architetti e designer da tutto il mondo infatti, adottano questa soluzione, potendo trarne un doppio vantaggio: non solo l’ambiente acquista una certa luminosità, ma il mobile di antiquariato viene evidenziato.

Inoltre questo effetto di chiaro/scuro va a migliorare l’estetica dell’ambiente in quanto:

  • alleggerisce visivamente infatti lo sguardo non viene catturato da un unico elemento dominante,
  • dona esclusività in quanto bianco e nero è sempre alla moda dal momento che si basa su un perfetto equilibrio tra chiaro e scuro,
  • rende l’ambiente più sofisticato e raffinato purché sia accompagnato da un giusto senso della misura.

Consigli sull’abbinamento tra mobile antico e black and white

Scendendo nel dettaglio ad esempio, se si ha un tavolo antico si possono abbinare sedie bianche e nere o scegliere un tappeto a tessitura piatta di questi due colori.

Se invece l’elemento antico è rappresentato da una cassettiera o madia, si potrebbe creare una piccola galleria d’arte utilizzando quadri con cornice nera su una parete bianca.

Infine, se si tratta di un mobile abbastanza grande come una libreria o credenza, si può alleggerire rivestendo l’interno con tessuto removibile o carta con sfondo bianco e nero.

 

© 2020 La casa a 360 gradi

Theme by Anders NorenUp ↑