Attorno agli anni ’70 il giardino era uno status symbol. Dava l’idea del tenore di vita delle famiglie, soprattutto negli Stati Uniti, e serviva anche come luogo d’accoglienza degli ospiti. Quindi era raffinato, ben curato e, appunto, accogliente. Negli anni successivi, per lo più, è diventato uno spazio, talvolta non desiderato, che influiva positivamente sul prezzo della casa, positivamente per chi vendeva. Per molti era visto più come un fastidio che non come una possibilità irrinunciabile. Il giardino va curato, e se non si hanno le possibilità o il tempo, effettivamente è meglio non averlo. Negli ultimi anni questo spazio ha ritrovato la sua importanza, vuoi per trascorrere del tempo all’aria aperta, vuoi per impreziosire la casa. Vediamo come rendere un giardino elegante.

Giardino elegante, cosa serve

Il giardino, oggi come oggi, ha assunto praticamente la stessa importanza di un salotto. Questo spazio è diventato il luogo dove accogliere amici e ospiti in genere per un aperitivo, dove organizzare la festa di compleanno dei bambini, o una cena informale e di lavoro. Insomma, è uno spazio importante che bisogna curare al pari degli altri spazi della casa.

Ovviamente, mantenere un giardino ordinato ed elegante implica un investimento, soprattutto in termini di tempo. Da dove si può cominciare per realizzare uno spazio che sia certamente confortevole, ma anche elegante? Per quanto riguarda l’architettura del giardino, l’unica regola da seguire, è quella dei propri gusti personali, tenendo però presente che è meglio evitare l’accozzaglia di stili.

giardino eleganteImprescindibile è la cura di piante e manto erboso, un giardino con zolle di prato aride o scalzate e con piante secche non è per niente elegante. Ogni arbusto deve essere curato e ben sistemato, le siepi potate, le foglie secche spazzate, insomma, la parola d’ordine è ordine!

Per quanto riguarda gli accessori, tutto va scelto in base allo stile, senza trascurare la tipologia della casa.

Arredi e accessori

A donare eleganza al giardino è anche l’arredo. Realizzare l’angolo dedicato all’accoglienza degli ospiti con stile, significa molto. Scegliamo i mobili da giardino, tavolo e sedie, in modo che si sposino col contesto. In genere arredi in ferro battuto e con cuscini bianchi regalano quel tocco di raffinatezza in più. Un tavolo impreziosito da un mosaico può essere un’ottima idea.

Infine non si deve trascurare il ruolo degli accessori, come dei laghetti, fontane d’acqua, cascate, giochi d’acqua o una bella piscina. In questo caso ci sarà bisogno della figura di un professionista che possa consigliare e trovare la soluzione più idonea al caso.