Il giardino della propria abitazione o della casa vacanze è un piccolo angolo di paradiso che, se ben curato, consente di godersi in modo rilassante la bella stagione sotto ai caldi raggi del sole o lasciandosi cullare dalla leggera brezza di sera.

Occorre curare ogni minimo dettaglio per ottenere un’effetto curato e piacevole alla vista, senza dimenticare la funzionalità nell’organizzazione degli spazi. Proprio per questo è necessario effettuare la scelta di ogni minimo elemento d’arredo in modo adeguato, a cominciare dal tavolo da giardino e le relative sedie.

I fattori che influenzano la scelta

Non bisogna lasciarsi guidare solo dal proprio gusto, ma bisogna ponderare il proprio acquisto in base a diversi fattori. In primis lo stile: sia quello del giardino che quello della casa. Solitamente lo stile del giardino si abbina a quello dell’intera abitazione ma può capitare che non sia così, in tal caso bisogna scegliere se acquistare l’arredamento in base ai mobili già presenti o in base alla disposizione dell’outdoor.

Il secondo fattore, non meno importante, è quello dello spazio: il tavolo deve essere una comodità e non risultare di intralcio. La forma quadrata o rettangolare può essere utile con spazio ridotto, si può optare per modelli “a scomparsa” se si ha in programma di ricevere numerosi ospiti. La forma circolare, invece, è adatta per chi ha molto spazio ed un giardino più spoglio, che necessita di un colpo d’occhio riempitivo.

I diversi materiali

  • LEGNO: il tavolo da esterno in legno è la soluzione più classica. Bisogna scegliere un tipo di legno trattato che garantisca al tavolo di resistere alle intemperie al quale può essere soggetto, dato che si tratta di un materiale che tende ad assorbire l’umidità. Oltre al tradizionale legno massello, è possibile trovare anche in commercio tavoli di teak, più resistente e duraturo, oppure realizzati in rattan, un legno intrecciato abbastanza costoso ma più robusto e meno delicato dei precedenti.
  • PLASTICA: forse è la soluzione meno elegante per arredare un giardino, ma si tratta del materiale più comodo ed economico. Acquistare un tavolo in plastica può essere una soluzione pratica per chi ha ad esempio una casa vacanza e può godere del proprio spazio esterno per pochi periodi all’anno. La leggerezza del materiale consente di spostare agevolmente il tavolo e le sedie da una zona all’altra, a seconda dell’utilità. In più, basta uno straccio ed uno spray per pulirlo: resiste molto di più alle macchie, alla polvere e alla pioggia rispetto alle altre soluzioni.
  • FERRO BATTUTO: si può optare per un elegante tavolo in ferro battuto se l’intenzione è quella di posizionarlo in un luogo in modo stabile. Trattandosi di un materiale molto pesante, una volta scelta la sua posizione, sarà difficile spostarlo. Il vantaggio è senza dubbio la sua durata nel tempo. Occorrono, però, appositi trattamenti per evitare che possa ossidarsi o arrugginirsi, specie sotto la pioggia. I diversi modelli in commercio consentono di trovare soluzioni ideali sia per un arredamento moderno che per uno stile più classico.