Quando si parla di termoarredo, ad oggi non si va più alla ricerca di un modello che sia non solo funzionale, ma anche bello esteticamente.

Non a caso, anche i numerosi produttori, stanno puntando nel realizzare un termoarredo design termoarredo design che possa essere in linea con lo stile dell’arredo interno dell’abitazione.

Ecco che stanno facendo la loro comparsa, termoarredi che si spostano su ruote, quindi non più ancorati alle pareti, super sottili, facili da installare, ma anche modelli ideati come pannelli divisori tra una zona e l’altra: ad esempio in bagno potrebbe separare l’area dedicata ai sanitari da quella riservata al lavabo.

I modelli di termoarredo più ricercati

Numerose sono le persone che dovendo sostituire o dotare di un nuovo termoarredo la propria casa che sia in linea con lo stile dei vari locali e soprattutto che sia dotato di un design unico e ricercato in grado di donare un aspetto elegante a tutta la casa.

Questa tipologia di termoarredo di design, vuole sfidare l’immagine del radiatore tradizionale, presentandosi con forme curve o in qualità di pannello ultrasottile, ideato anche per essere appeso al muro quasi come se fosse un quadro.

Non solo il bagno ma anche nel soggiorno è possibile collocare questa nuova tipologia di termoarredo potendo contare sulla varietà di colori accattivanti.

In cucina invece, si può installare anche dietro la porta soprattutto nella versione radiante super sottile. Sotto la finestra si può optare per un modello basso e lungo, mentre quello più ricercato ad oggi, il modello a scaletta, è perfetto per essere collocato nella camera dei ragazzi o nel salone.

Termoarredo di design: i materiali di costruzione

Potendo contare su un materiale flessibile quale l’alluminio, che si riscalda facilmente, si possono creare piastre radianti minimal che sono anche molto facili da pulire.

Modelli di termoarredo di design particolari sono quelli incernierati al muro e, proprio come una porta, si possono aprire e pulire facilmente anche sul retro.

Uno degli elementi che distingue questi riscaldamenti è proprio la pulizia dal momento che trattandosi di elementi che vengono celati, potrebbe risultare difficile.

Grande attenzione è rivolta anche a far sparire le valvole termostatiche, il comando principale per mantenere la temperatura ambiente che si vuole, contando anche su un notevole risparmio energetico.

Invece, per quanto riguarda i materiali costruttivi che fanno la differenza vi sono: elementi tecnologici a scomparsa, saldature invisibili tra le diverse componenti del radiatore, e l’installazione delle valvole collocate a circa 6 metri da esso.

Altri fattori rilevanti sono spessori ridotti e cospicua accessoriazione che va dal gancio per l’accappatoio alla barra porta salviette, tutto sulla base di colori e materiali coordinati.

I produttori che puntano maggiormente sulla personalizzazione, includono anche palette realizzate secondo 150 varianti cromatiche.

Tutti questi fattori hanno portato a considerare il termoarredo come un vero e proprio mobile per tutta la casa.

Soprattutto nel bagno, assume un ruolo sempre più centrale sia perché si hanno spazi piccoli, sia per la natura umida della stanza.

Tuttavia, le diverse possibilità che vengono offerte, sono ideate anche per altri ambienti come il living, dove le preziose finiture e soluzioni sempre più ricercate, consentono di concepire questo elemento, non più come qualcosa da nascondere ma che diventa un dettaglio fondamentale dello stile della propria casa.